Top
  >  Estonia   >  18 cose da fare e vedere a Tallinn
tallinn

A volte ci sono viaggi che si creano da soli nella mia mente, mete che fanno capolino dal nulla e itinerari che nascono come se ci fosse un qualche richiamo. Questo viaggio tra le capitali baltiche è nato così: questa parte di mondo ancora poco conosciuta, ma che non ha niente da invidiare alle mete più gettonate, ha semplicemente attirato la mia attenzione. Ho iniziato il mio viaggio da Tallinn, la capitale dell’Estonia che mi ha sorpreso per la sua bellezza. Il suo centro medievale, costituito da antiche mura, è un vero tesoro, così come lo sono i tetti rossi delle case, le piccole vie, la grande basilica e il castello.

UN PO’ DI STORIA

Sebbene ci siano prove che l’area intorno a Tallinn sia stata colonizzata per la prima volta circa 5000 anni fa, la città non fu mai veramente degna di nota fino alla costruzione di una fortezza di legno sulla collina Toompea nel 1050. La fortezza servì come difesa contro il re Valdemaro II di Danimarca, che guidò la Crociate del Nord a Tallinn nel 1219. Nonostante i migliori sforzi della gente del posto, la città fu sconfitta e la Danimarca prese il controllo.

Tuttavia, Tallinn non resistette a lungo. Nel 1285, la città, allora conosciuta come Reval, era diventata il punto più settentrionale della Lega anseatica e fu venduta ai Cavalieri Teutonici dai danesi nel 1346. La morsa dei Cavalieri Teutonici si allentò intorno al 1561 e l’Estonia cadde sotto il dominio svedese.

Quando scoppiò la Grande Guerra del Nord nel 1700, lo zarismo russo prese il controllo della città e gran parte della popolazione fuggì in Finlandia. Seguirono secoli di dominio russo, con Tallinn che ottenne il primo assaggio di indipendenza nel 1920.

Purtroppo la libertà non durò a lungo. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, l’Estonia fu ceduta all’Unione Sovietica nel 1940. Un anno dopo, arrivò la Germania nazista che la occupò dal 1941 al 1944; durante tale periodo, molti ebrei morirono a causa dell’Olocausto. Dopo la partenza dei nazisti, arrivò l’Armata Rossa dell’Unione Sovietica, ponendo le basi per il secondo periodo di occupazione russa nella storia di Tallinn; questa volta la città venne trasformata nella capitale della SSR estone.

Sotto il regime comunista, la cultura e le arti furono soppresse, mentre gli estoni vivevano la loro vita sorvegliati da vicino dallo Stato. Ci furono però momenti più leggeri, con le Olimpiadi del 1980 che si disputarono in parte in città.

La vera rinascita di Tallinn arrivò quando l’Estonia dichiarò l’indipendenza nel 1990, facendo della città la sua capitale. Oggi Tallinn è tornata alle sue radici mercantili ed è uno dei centri del commercio europeo, nonché una popolare destinazione turistica.

COME ARRIVARE A TALLINN

Ci sono diverse soluzioni per raggiungere Tallinn:

  • In nave: Helsinki è la più vicina alla città di Tallinn. La distanza tra le due città è di circa 80 chilometri e si può raggiungere tramite dei ferry che fanno la spola tra le due capitali. I traghetti delle compagnie Tallink, Viking Line e Eckerö Line effettuano un regolare servizio tra Helsinki e Tallinn. Il tragitto varia da 2 a 4 ore. Il terminal dei traghetti di Tallinn si trova vicino alla città vecchia;
  • In bus: ci sono diverse tratte che collegano l’Estonia all’Europa centrale, alla Bielorussia e ai paesi baltici. Tra i principali operatori: Ecolines, Lux Express ed Eurolines;
  • In treno: è presente la più grande linea ferroviaria del Baltico, i cui lavori sono in corso, al momento permette di prendere un treno dalla Lettonia e poi cambiare in Estonia. I treni estoni sono spaziosi, confortevoli e puliti, con Wi-Fi gratuito offerto dalla maggior parte degli operatori locali;
  • In aereo: l’aeroporto è servito da più di 15 compagnie aeree che offrono voli diretti per oltre 40 destinazioni. L’aeroporto di Tallinn si trova a 20 minuti di tram dal centro della città. Sia il tram numero 4 che l’autobus numero 2 collegano l’aeroporto al centro città.

COME SPOSTARSI A TALLINN

Il centro di Tallinn è molto contenuto e qui si trovano la maggior parte delle attrazioni, ma se ci si vuole spostare, c’è un efficiente trasporto pubblico costituito da autobus e tram. La rete di trasporto pubblico opera dalle 6:00 alle 23:00 tutti i giorni. Il costo del biglietto della durata di 60 minuti è di €2, per 24h è di €5,50, mentre per 72 h è di €9. I biglietti sono validi dalla loro prima convalida fino alla fine dell’ultimo viaggio convalidato. Una luce verde indica che il biglietto è stato convalidato con successo, una luce rossa segnala la carta non è valida o potrebbe non esserci credito. I biglietti si possono acquistare presso le biglietterie automatiche situate in aeroporto, nella stazione centrale degli autobus, al terminal degli autobus a Viru Keskus e ai terminal A e D del porto oppure si possono pagare con carta con funzione contactless. Acquistando la Tallinn Card i trasporti pubblici saranno gratuiti.

TALLINN CARD

La Tallinn Card offre l’ingresso gratuito a più di 50 musei e attrazioni, il privilegio di saltare la coda, una mappa, oltre 30 offerte esclusive di sconto e trasporto pubblico gratuito. La Tallinn Card è davvero il pacchetto turistico completo. Il miglior consiglio che vi posso dare è quello di capire esattamente ciò che desiderate vedere e quindi sommare i vari costi e, in base a questo, valutare la scelta migliore. È possibile acquistare la carta per 24, 48 o 72 ore ed è valida per un anno.

DOVE PERNOTTARE A TALLINN

Tallinn offre diversi tipi di alloggi dagli ostelli ai lussuosi alberghi. Se è il vostro primo viaggio nella capitale lituana, vi consiglio di soggiornare nella Città Vecchia. Il centro storico è uno dei più grandi in Europa e include una serie di attrazioni, bar e ristoranti. Di seguito alcuni suggerimenti su dove alloggiare:

DOVE MANGIARE A TALLINN

Rimarrete sicuramente impressionati dalla qualità e dalla varietà dei ristoranti di Tallinn. Dal cibo tradizionale estone alla cucina contemporanea, c’è qualcosa per ogni palato:

  • LEE, il nome LEE deriva dai tradizionali camini estoni intorno ai quali le persone cucinavano i pasti insieme. L’esperienza culinaria inizia con una bella selezione di antipasti estoni contemporanei. Questi sono seguiti da piatti principali come la trota Pähkla con patate novelle, salsa di patate fermentate, fagiolini, finocchio e olio di levistico. Provate anche il pane nero, una delle specialità del ristorante;
  • Farm Restaurant, il ristorante è situato nel centro storico di Tallinn e offre una cucina estone moderna che valorizza i prodotti biologici. Le lunghe tradizioni della cucina estone combinate con le tendenze gastronomiche si riflettono nel menu. Servono pane di segale fresco al forno con semi di canapa, gelato artigianale, vitello e verdure dai campi estoni.
  • F-Hoone, uno dei ristoranti più popolari a Kalamaja è F-Huhne. Situato in una ex fabbrica, è l’epitome di fresco. Dalle luci arancioni in stile anni ‘60 al pavimento colorato e alle pareti in mattoni, l’atmosfera è accogliente e rilassata.

COSA FARE E VEDERE A TALLINN

Il centro storico che conosciamo e amiamo oggi è in realtà composto da due sezioni distinte: la città bassa e la città alta. Prima queste erano due unità amministrative separate. La città alta, conosciuta come Toompea, è riservata alla classe politica del dominio e oggi è la sede del governo estone. La città bassa, invece, era sede della classe economica di Tallinn, principalmente i commercianti tedeschi baltici che controllavano i commerci in tutta la Lega anseatica. Le due città possono sembrare unite l’una all’altra, ma sono ancora separate da mura e porte.

LA CITTÀ BASSA DI TALLINN

#1 CHIESA DI SAN NICOLA

La chiesa è dedicata a San Nicola, patrono dei pescatori e dei marinai. Fu fondata e costruita intorno al 1230-1275 da mercanti della Vestfalia, che provenivano da Gotland nel XIII secolo. Mentre la città non era ancora fortificata, la chiesa aveva pesanti barriere per chiudere gli ingressi, feritoie e nascondigli per i rifugiati. Quando le fortificazioni intorno a Tallinn furono terminate nel XIV secolo, la Chiesa di San Nicola perse la sua funzione difensiva e divenne una tipica chiesa parrocchiale medievale. Nel XVI secolo, fu adornata con oltre 20 altari laterali e ospitò preziose opere d’arte, tra cui la famosa Danza macabra di Bernt Notke. Solo il frammento iniziale del dipinto originale di 30 metri di larghezza (realizzato alla fine del XV secolo) può essere visto. La scena simbolizza la transitorietà della vita, con le figure scheletriche della Morte che, danzando al suono di una cornamusa, prendono per mano sia il soggetto ricco e potente che quello debole e povero, indissolubilmente legati e condotti verso un’unica fine. Poiché il suo interno ha un’acustica eccellente, è anche usato come sala da concerto. Si può inoltre salire sul campanile da dove poter ammirare un bellissimo panorama su Tallinn.

#2 PIAZZA DEL MUNICIPIO E MUNICIPIO

La pittoresca piazza risale almeno agli inizi del XIV secolo ed è circondata da vecchie case mercantili e altri edifici storici. In passato ha avuto un ruolo fondamentale, infatti qui si svolgeva il mercato dove si recavano commercianti provenienti da diverse zone per scambiare i propri prodotti. È l’attrazione principale della città ed è un luogo di ritrovo per locali e turisti, in quanto è un centro di attività, con artisti di strada, venditori di cibo, di artigianato locale e souvenir. In estate è popolata da locali all’aperto, ospita le Giornate della Città Vecchia e altri festival medievali, ed è anche un luogo per concerti all’aperto, fiere e altro ancora. In inverno si trasforma in un incantevole mercatino di Natale, il cui fulcro è un imponente abete rosso. La tradizione di celebrare le feste di Natale qui risale al 1441 quando la Confraternita dei Blackheads si pensa abbia eretto il primo albero di Natale del mondo. Sulla piazza si affaccia il Municipio con l’attuale edificio che risale al 1404, al primo piano ci sono la Sala Conciliare, la più importante dell’edificio, e la Sala delle Assemblee. Ad oggi, il Municipio viene principalmente utilizzato per accogliere sovrani o presidenti di altri Stati e per ospitare concerti ed eventi. Per raggiungere il campanile bisogna percorrere 115 gradini molto ripidi, ma salire fino alla vetta ne vale davvero la pena.

#3 CENTRO STORICO E PASSAGGIO DI SANTA CATERINA

La città vecchia di Tallinn, in Estonia, è una città medievale ben conservata che risale al XIII secolo. Il centro storico presenta una notevole varietà di stili architettonici ben conservati, che vanno dal gotico al barocco. Le strade acciottolate, i tetti di tegole rosse e le guglie torreggianti creano un’atmosfera affascinante e unica che non ha eguali in nessun’altra parte del mondo. Il centro storico è circondato da antiche mura e porte, che servivano da fortificazioni in epoca medievale. Il Passaggio di Santa Caterina, precedentemente noto come Monk’s Alley, si snoda da Vene Street oltre l’estremità meridionale del monastero domenicano a Müürivahe Street. La chiesa di Santa Caterina, che ha dato il nome al vicolo, si pensa sia stata costruita più di 700 anni fa. Il lato meridionale del vicolo è fiancheggiato da edifici prevalentemente del XV-XVII secolo. Il passaggio pedonale nel suo complesso conserva il fascino medievale ed è stato restaurato nel 1995.

#4 MURA MEDIEVALI

Nel 1997 il centro storico della città è stato inserito tra i siti UNESCO. Le antiche mura sono state costruite nel XIII secolo, arrivando a raggiungere i 2,4 chilometri di lunghezza e a contare ben 46 torri che resero la città uno dei sistemi difensivi più ampi e possenti di tutto il Nord Europa e uno dei più importanti porti della Lega anseatica. Oggi rimangono circa 1,9 chilometri di mura e 26 torri che circondano il centro storico. Tra le esperienze, da non perdere è quella di camminare nella storia attraverso le antiche mura cittadine, tra torrioni, cannoniere, porte e passaggi con suggestivi panorami sulla città:

  • Hellemann Tower: prende il nome da Helle Holleman, una cittadina nelle vicinanze Tallinn. Nel Medioevo, la posizione strategica della torre, nelle immediate vicinanze della Porta Viru, ha giocato un ruolo importante;
  • Maiden’s Tower: è stata ricostruita molte volte nel corso dei secoli, e l’edificio è stato utilizzato sia come residenza che come caffè. Dalla torre si ha un bel panorama sul Giardino del Re danese e sulla città bassa. Si possono raggiungere anche la Torre della Stalla e la Torre della Porta, dove si svolgono eventi e mostre temporanee;
  • Nunne, Sauna e Kuldjala: verso l’angolo nord-ovest della Città Vecchia, il muro collega le torri Nunna, Sauna e Kuldjala dove si apre una splendida vista sul centro storico.

#5 FARMACIA COMUNALE

La vecchia farmacia si trova proprio in un angolo della piazza del municipio e vale la pena visitarla. La data di apertura “ufficiale” non è nota, ma i primi documenti scritti di quest’ultima risalgono addirittura al 1422! In breve, è la più antica farmacia in Europa ancora in funzione. All’interno troviamo una parte “classica” con un bancone dove vengono venduti i farmaci di oggi, ma c’è anche una piccola parte “espositiva” dove sono esposti documenti e preparazioni che vanno dal XVII al XX secolo. Secchi, boccette e un sacco di pozioni a base di erbe estoni.

#6 KIEK IN THE KÖK

Kiek in de Kök Fortification Museum forma un complesso museale lungo oltre 500 metri che comprende quattro torri: Kiek in de Kök, Maiden’s Tower, Tallitorn Tower e la Gate Tower of the Short Leg, oltre a misteriosi passaggi di bastioni sotterranei. Il Kiek in de Kök fu costruito nel 1475 per difendere la città dagli invasori. Tra la fine del XVII e l’inizio del XVIII secolo, la semplice torre fu ampliata e una serie di gallerie fu aggiunta alla fortificazione. I tunnel furono poi utilizzati per ospitare uomini, munizioni e rifornimenti, e furono utilizzati anche come punto di osservazione per spiare i nemici. Dopo la Prima Guerra Mondiale, i tunnel furono nuovamente adattati per essere utilizzati come rifugi antiaerei salvando un certo numero di vite quando Tallinn fu bombardata durante la Seconda Guerra Mondiale. Durante la Guerra Fredda, invece, i tunnel vennero dotati di elettricità indipendente, ventilazione, acqua e collegamenti telefonici, preparandosi a proteggere la nobile élite in caso di un attacco nucleare. Nel 2005 il Kiek in de Kök venne finalmente trasformato in un museo e i tunnel vennero puliti dai rifiuti in modo che potessero essere aperti al pubblico. Oggi la torre e le sue gallerie ospitano mostre sulla storia di Tallinn e della torre, nonché sull’arte contemporanea. L’esposizione dei passaggi del bastione presenta la storia delle strutture difensive e le più importanti vicende militari. Una visita al museo permette di salire nella torre da cui si ha una magnifica vista sul resto della città.

#7 CHIESA DI SANT’OLAV

La chiesa di Sant’Olav fu costruita a Tallinn nel XII secolo, quando vi era una forte presenza scandinava a causa dell’influenza vichinga dal nord, la chiesa era dedicata al re Olaf II di Norvegia. Il campanile gotico è stato aggiunto nei primi anni del 1500 e lo ha reso uno degli edifici più alti del mondo al tempo con un’altezza di 159 metri. All’epoca, il campanile aveva il vantaggio di servire come faro per le navi provenienti dal Mar Baltico. Sfortunatamente, tuttavia, questo ha causato alla torre dei colpi regolari portando a quasi una dozzina di incendi nel corso del tempo, il più recente dei quali è stato nel 1931. La torre venne quindi ridotta alla sua altezza attuale di 124 metri. Una curiosità interessante sulla Chiesa di Sant’Olav è che, mentre l’Estonia era sotto occupazione sovietica tra il 1944-1991, la chiesa venne utilizzata dal KGB come torre di sorveglianza e radio! Oggi si può salire fino alla piattaforma di osservazione e godere di una spettacolare vista panoramica a 360 di Tallinn. La torre ha 258 gradini e non c’è ascensore, quindi preparatevi e indossate scarpe comode.

#8 PRIGIONE DEL KGB

Guardando l’edificio a Pagari 1 dalla strada, è probabile notare il bellissimo stile Art-Nouveau. In passato venne occupato dall’agenzia di intelligence sovietica e utilizzato come centro di interrogatorio e prigione. L’edificio di Pagari 1 fu originariamente costruito nel 1912 per residenze commerciali e residenziali prima di essere acquistato dallo Stato russo nel 1917 per ospitare ufficiali navali che lavoravano nelle vicinanze della fortezza navale. L’anno successivo, la Repubblica di Estonia dichiarò la propria indipendenza, e da questo edificio fu comandata la guerra d’indipendenza estone (1918-1920). Dopo l’annessione dell’Estonia all’URSS, questo edificio ospitò l’NKVD, il predecessore del KGB, a partire dal 1941. Trasformando la cantina in prigioni e i piani superiori in stanze per gli interrogatori, l’NKVD ha portato avanti la missione paranoica di Stalin di sradicare i nemici dello Stato. Queste persone sono state più comunemente arrestate ai sensi dell’articolo 58 che mirava ”all’attività controrivoluzionaria”, la sentenza per cui si andava da 10 anni di carcere alla morte. L’edificio è stato ricostruito per la vita residenziale nel 2013 e nel 2017 è stato costruito il KGB Prison Cells Museum. Il museo mette in luce i crimini commessi a Pagari 1 e onora le vittime che sono passate e sono morte lì.

CITTÀ ALTA DI TALLIN

#9 COLLINA DI TOOMPEA

Toompea Hill è una zona storica arroccata in cima al centro storico di Tallinn. È una delle parti più antiche della città ed è sede di alcuni dei suoi più significativi monumenti storici e culturali. La collina è una caratteristica dominante del paesaggio urbano, con vista panoramica su Tallinn e sulla campagna circostante. In cima alla collina di Toompea si trova il castello omonimo, un’ex fortezza e palazzo reale che è stato convertito nella sede del Parlamento estone. I visitatori del castello possono fare visite guidate per conoscere la sua ricca storia ed esplorare i suoi interni impressionanti, tra cui le magnifiche sale statali, la grande scalinata e le grandi sale.

#10 CATTEDRALE DI ALEXANDER NEVSKI

Un’altra attrazione di Toompea Hill è la Cattedrale di Alexander Nevski, un bellissimo esempio di architettura ortodossa russa. La grande e riccamente decorata chiesa ortodossa russa, progettata in uno stile storicistico misto, fu completata nel 1900, quando l’Estonia faceva parte dell’impero zarista. La cattedrale ben tenuta è uno degli esempi più monumentali di architettura sacra ortodossa a Tallinn. Comprende 11 campane, tra cui la campana più grande di Tallinn che pesa 15 tonnellate. L’interno, decorato con mosaici e icone, merita una visita. La cattedrale fu costruita durante il periodo della russificazione del tardo XIX secolo e fu così tanto disprezzata da molti estoni come simbolo di oppressione che le autorità programmarono la demolizione della stessa nel 1924, ma la decisione non venne mai attuata a causa della mancanza di fondi e della massiccia costruzione dell’edificio. Poiché l’URSS era ufficialmente non religiosa, molte chiese, tra cui questa cattedrale, furono lasciate al declino. E’ stata meticolosamente restaurata da quando l’Estonia ha riconquistato l’indipendenza dall’Unione Sovietica nel 1991. I visitatori possono anche assistere alle funzioni o semplicemente ammirarne la bellezza all’interno e all’esterno.

#11 PUNTI PANORAMICI DI TALLINN

Non perdetevi almeno un punto da dove poter ammirare la città dall’alto, che sia un campanile, una terrazza, una ruota panoramica, un grattacielo, una funivia o qualsiasi attrazione che regali un’altra prospettiva della città e che faccia cogliere i dettagli che dal basso difficilmente si notano. Una visita a Tallinn non può infatti definirsi completa se non ci si ritrova a sospirare per la bellezza dello spettacolo che si apre davanti ai nostri occhi dalla cima di alcuni luoghi simbolo:

  • Patkuli Viewieng Point: questo è senza dubbio il mio punto preferito. La vista offre una grande prospettiva verso il centro storico, mostrando parte del Muro Vecchio e la Chiesa di Sant’Olav;
  • Kohtuotsa Viewing Platform: offre una splendida vista diretta sul centro storico e si vedono molti dei campanili che si innalzano sopra i tetti;
  • Niguliste Museum and View Point Platform: dalla torre della chiesa si ha un panorama a 360° sulla città vecchia.

AL DI FUORI DELLE MURA DI TALLIN

#12 PALAZZO DI KADRIORG

Il Palazzo di Kadriorg fu fondato dallo zar russo Pietro I nel 1718. Il nome è in onore della moglie Caterina I. Fu progettato dall’architetto italiano Nicola Michetti e con la sua magnifica sala principale è uno degli esempi più belli di architettura barocca in Estonia e nel Nord Europa in generale. La Sala Grande a Kadriorg è bianca incontaminata, con la luce che scorre attraverso le sue numerose finestre e ricca di ornamenti in stucco. Monogrammi stilizzati di Pietro I e Caterina I sono realizzati su pareti opposte sopra i camini altamente ornati. Il soffitto ha un bellissimo murale, raffigurante una scena delle Metamorfosi di Ovidio. La dea Diana è vista fare il bagno in una sorgente celeste insieme alle sue ninfe, mentre un Atteone incantato guarda, ancora inosservato. Il palazzo è circondato da 70 ettari di parco alberato con un lago ornamentale e giardini formali. Kadriorg è a soli 20 minuti in tram dal centro storico di Tallinn.

#13 QUARTIERE DI KALAMAJA

Questo quartiere tranquillo, è noto da tempo per le variopinte e vecchie case della classe operaia. Durante la maggior parte della storia di Tallinn, Kalamaja servì come principale porto di pescatori della città, popolato per lo più dalla classe più povera, lavoratori portuali e artigiani. Tutto cambiò nel 1870, quando fu completata la ferrovia Tallinn-San Pietroburgo. Nel quartiere sorsero grandi fabbriche che attirarono migliaia di lavoratori. Le case di legno costruite per accogliere la manodopera sono diventati eredità architettonica di Kalamaja e sono ora ciò che dà al quartiere il suo fascino indimenticabile. Le più uniche dal punto di vista architettonico sono chiamate Tallinn Houses. Queste case a tre piani sono fatte di due ali di legno simmetriche separate da una scala centrale in pietra. Ce ne sono circa 500 in città oggi. Il quartiere è stato completamente rinnovato e trasformato in una zona residenziale interessante molto amata da artisti, compositori, architetti e attori.

#14 MERCATO COPERTO

Balti Jaam Market è un mercato unico in Estonia che comprende quasi 300 commercianti su tre piani. Al piano interrato, c’è un supermercato, un club sportivo e vari servizi. Al piano terra, troviamo una grande sala per il pesce e la carne, una per le verdure e una zona di street food versatile con quasi 20 punti ristoro. Il primo piano è dedicato principalmente al design e all’artigianato estone, oltre che all’abbigliamento, ai beni per la casa e all’antiquariato. La missione del Balti Jaam Market è promuovere un’alimentazione sana ed equilibrata, valorizzare materie prime autentiche e rispettare l’ arte della cucina. Al piano superiore ci sono bancarelle di vestiti e giocattoli, oltre a un’intera area dedicata ad oggetti e vestiti vintage di epoca sovietica.

#15 PASSEGGIATA NELLA CITTÀ CREATIVA DI TELLISKIVI & FOTOGRAFISKA

Fuori dalle mura del centro storico medievale di Tallinn ci sono diversi quartieri vivaci e moderni che vale la pena visitare. Tra questi c’è Telliskivi Creative City, una zona alla moda nell’ex complesso industriale della città piena di boutique, start-up, gallerie e altro ancora. Fermatevi da Peatus, dei vagoni dei treni della tratta Tallinn Mosca riconvertiti in pub e poi dirigetevi Fotografiska; durante il tragitto potrete ammirare diversi murales che decorano le pareti degli edifici. Il Fotografiska è un museo fotografico con mostre a rotazione e un bar sul tetto. Ho trovato molto interessante e colorata la mostra di Miles Aldridge.

#16 MUSEO KUMU

Il museo è magnifico e già solo l’edificio merita un’occhiata. È composto da 4 piani dove sono esposte mostre permanenti e temporanee. Dalla parte della mostra permanente, ce ne sono in particolare 2 dedicate all’arte estone tra il 1918 e il 1945 e una seconda dedicata al periodo tra il dopoguerra del 1945 e l’uscita dell’Estonia dall’Unione Sovietica nel 1991. Probabilmente non conoscerete molti degli artisti in quanto fuori dall’Estonia non hanno avuto molta fama.

#17 LENNUSADAM SEAPLANE HARBOUR

Il Museo Marittimo Estone è l’istituzione che raccoglie, conserva, studia e presenta la cultura marittima estone (ossia la storia marittima). Il museo è stato fondato a Tallinn su iniziativa di ex capitani e marinai nel 1935. Gli hangar per idrovolanti del Seaplane Harbour ospitano il sottomarino Lembit, costruito nel 1937 dal cantiere navale britannico Vickers-Armstrongs; un idrovolante Short 184; la nave Maasilinn (la più antica nave affondata scoperta nelle acque estoni); e numerosi altri oggetti autentici, come navi a vela, barche e mine navali.

#18 TORRE DELLA TELEVISIONE DI TALLINN

A qualche chilometro di distanza dal centro si trova la torre della televisione di Tallinn che, con i suoi 314 metri, è l’edificio più alto in Estonia e in tutto il Nord Europa. Si tratta di un centro turistico, culturale e ricreativo recentemente rinnovato. Realizzata nel 1980 in occasione delle discusse Olimpiadi di Mosca, dopo la fine dell’occupazione sovietica si è trasformata in un’attrazione turistica. La torre panoramica è aperta al pubblico e offre una vista a 360 gradi sulle foreste estoni di Muuga, sulla città metropolitana di Tallinn e sulla costa del Golfo di Finlandia. I più coraggiosi possono scegliere di salire sul bordo della torre con un’imbracatura e camminarci intorno, ma occhio al vento!

post a comment

PRENOTA ORA PRENOTA ORA