Top
  >  Viaggi   >  Asia   >  I fenicotteri rosa di Dubai
fenicotteri rosa

Quando decisi di andare a Dubai, iniziai a documentarmi per cercare un’esperienza diversa da fare rispetto al vedere grattacieli e deserto. Dopo varie ricerche, scoprii l’esistenza di una palude non molto lontana dalla Downtown di Dubai dov’è possibile avvistare i fenicotteri rosa. Così, tra me e me, pensai di non poter tornare a Londra senza aver visitato questo fantastico luogo. È difficile immaginare che in una metropoli si possa trovare delle zone del genere, ma il bello di viaggiare è anche questo: scoprire luoghi che non pensavi fosse possibile trovare in quella località. Questa è stata una delle cose che mi sono piaciute di più, inoltre è un’attività gratuita e pochi turisti si spingono fino al Ras Al Khor Wildlife Sanctuary, quindi non troverete molte persone e potrete gustarvi il momento in tutta tranquillità.

fenicotteri di dubai
fenicotteri di dubai

COS’È IL RAS KHOR WILDLIFE SANCTUARY

Ras Al Khor Wildlife Sanctuary è una delle poche aree urbane protette al mondo. Si trova alla fine del Dubai Creek, il corso d’acqua intorno al quale la città è stata originariamente fondata, che è una zona umida di importanza mondiale. L’habitat è stato radicalmente cambiato dal dragaggio durante gli anni 1970 e 1980, quando il boom delle costruzioni di Dubai era al suo apice, ma da allora sono stati fatti alcuni interventi per preservare l’area. È stata costruita una rete di nuovi canali e in gran parte della zona sono state piantate delle mangrovie. Grazie a questa serie di provvedimenti, il Ras Al Khor è stato designato un sito protetto nel 1985. Vari ecosistemi sono presenti all’interno della riserva, quali mangrovie, distese fangose, lagune, distese di sale, canneti e terreni arbustivi. Tutto ciò contribuisce positivamente alla ricca diversità biologica. Con una superficie di 6,2 km, il Santuario ospita circa 266 specie di fauna e 47 di flora. Numerose, inoltre, sono le specie di animali che si possono trovare: dai crostacei, ai piccoli mammiferi, ma anche insetti e pesci. Tuttavia, i protagonisti principali di questo scenario sono loro, i fenicotteri rosa.

I FENICOTTERI ROSA

Delle sei specie di fenicottero sul nostro pianeta, il Fenicottero Maggiore (Phoenicopterus roseus) è il membro più comune e diffuso della famiglia dei fenicotteri ed è quello presente al Ras Al Khor Wildlife Sanctuary. Ha un’altezza di circa 1,5 metri e un peso tra i 2 e 4 chilogrammi, inoltre ha un’apertura alare compresa tra 1,4 e 1,7 metri. Questi famosi uccelli rosa si trovano nelle regioni calde e acquose di molti continenti, preferiscono ambienti come estuari e laghi salini o alcalini. Sono degli abili nuotatori, ma prosperano sulle estese distese di fango dove si riproducono e si nutrono. Hanno anche lunghi colli magri e becchi dalla punta nera con una caratteristica curva verso il basso. Il becco ha una struttura a filtro per rimuovere il cibo dall’acqua prima che il liquido venga espulso. Questo permette loro di nutrirsi di piccoli organismi-plancton, piccoli pesci, larve e altri insetti simili. Le piume di fenicottero si tingono di un bel colore rosa grazie ai carotenoidi, ovvero i pigmenti che conferiscono alle penne il colore rosa e che sono presenti nei piccoli gamberetti (Artemia salina) di cui si nutrono. Infatti, se non li mangiano, le loro piume impallidiscono.

Nelle zone fangose o in acque poco profonde, usano le loro lunghe gambe e piedi palmati per smuovere il fondo. I fenicotteri maggiori vivono e si nutrono in gruppi chiamati greggi o colonie, il che aiuta a proteggere i singoli uccelli dai predatori mentre le loro teste sono nel fango. Quando un’area non fornisce più abbastanza cibo, migrano in un’altra zona. Si riproducono mentre sono riuniti in gruppi, costruiscono nidi che sembrano cumuli di fango lungo i corsi d’acqua. In cima al tumulo, scavano un buco poco profondo e la femmina depone qui l’uovo; dopodiché, si alternano seduti per tenerlo caldo. Dopo circa 30 giorni, l’uovo si schiude. I giovani fenicotteri nascono grigi e bianchi e con un becco dritto, non diventano rosa per circa due anni. Entrambi i genitori si prendono cura del pulcino appena nato, alimentandolo con un fluido prodotto nel loro apparato digerente. Negli anni in cui le zone umide e le piscine sono secche e il cibo scarso, i fenicotteri non possono riprodursi.

fenicotteri rosa
fenicotteri rosa
fenicorreri rosa dubai

LA VISITA AL RAS KHOR WILDLIFE SANCTUARY

Dal parcheggio si percorre a piedi un breve tratto, poi si accede all’osservatorio dal quale si possono vedere numerosi fenicotteri rosa in quest’area protetta. Ci sono persino alcuni binocoli che permettono di vederli da vicino. All’interno dell’osservatorio, non è presente l’aria condizionata. Si tratta di un posto incantato: inspiegabilmente questi fenicotteri hanno trovato il loro habitat al centro della città con superstrade ai lati.

COME ARRIVARE AL RAS KHOR WILDLIFE SANCTUARY

Per raggiungere il santuario ci sono diverse soluzioni, sebbene la metropolitana di Dubai non arrivi fino a Ras Al Khor Wildlife Sanctuary:

  • noleggiare un’auto dalla stazione della metropolitana più vicina Creek oppure Max. Proseguite fino all’autostrada, il Santuario è delimitato ed è accessibile da due principali strade: Oud Metha Road a ovest e Ras Al Khor Road a sud;
  • Prendere un taxi dal centro dalla Downtown di Dubai oppure, opzione ancora più economica, andare fino alla fermata metro più vicina Creek e poi cercare un taxi fino al santuario;
  • Tramite il BigBus Tours Dubai, questa soluzione è la più cara.
fenicotteri in volo
fenicotteri in volo
grattacieli di dubai

QUANDO VISITARE IL RAS KHOR WILDLIFE SANCTUARY

Il momento migliore per visitare questo santuario è durante la stagione invernale. Tra novembre e marzo le temperature saranno molto più fresche. È il periodo migliore per avvistare gli uccelli migratori che provengono dai paesi africani per stabilirsi nelle loro dimore invernali. Si tratta quindi di una buona occasione per vedere i fenicotteri rosa nella riserva di Ras Khor Wildlife Sanctuary. Gli orari di apertura sono dalle 7:30 alle 17:30 durante la stagione invernale, mentre nei mesi estivi, ossia da aprile a settembre, gli orari sono dalle 6 alle 18. I fenicotteri vengono alimentati due volte al giorno, al mattino e alla sera.

post a comment